SICUREZZE

A me piace lui, un sacco. Lui, non si capisce bene. Probabilmente meno di un sacco, e quindi non se ne fa niente.
Invece io piaccio un sacco a un altro che a me non piace niente. Quindi lo stesso non se ne fa niente.
 
Una volta, più giovani, era tutto più semplice. Ci si piaceva così così, ma comunque si combinava qualcosa, ci si provava, almeno.
Ora gli equilibri sono molto più stabili e allo stesso tempo instabili. Stabili perché ognuno cerca di mantenere quell’equilibrio che gli permette di camminare, senza doversi troppo preoccupare, nel sentiero che si è scavato nella roccia, prima a colpi di piccone, e poi di mazzetta, e poi di scalpellino, e infine con le unghie e anche con i denti. E ci vuole camminare sereno e tranquillo, portandosi in spalla il suo zainetto di storie, amori, dolori, passioni, fallimenti, felicità, perché quello è, ormai, ma senza guardarci mai dentro, che sennò è una gran fatica.
Instabili perché comunque lo zainetto pesa sulle spalle e a volte si ha voglia di aprirlo, rovesciarlo e guardare scivolare fuori tutto quello che c’è dentro, e chi s’è visto s’è visto.
Ci vorrebbe un po’di precariato, non solo nel lavoro.

Annunci

8 Risposte to “SICUREZZE”

  1. dipocheparole Says:

    uff.. vi odio quanto non commentate!!

  2. dipocheparole Says:

    e mi lasciate lì appesa al muro con tutti i miei pensieri in bella vista (come un salmone).

  3. tracotnt Says:

    ciau.
    ti capisco.
    a volte però è il religioso silenzio.
    🙂

  4. lemmaelabel Says:

    Sostituirei alla parola precariato quella di libertà.

    Ci vorrebbe un po' più di libertà,
    soprattutto a una certa età.

    Ecco.

  5. anonimo Says:

    Com'è possibile che dopo uno sguardo… così lungo siamo ancora… alla lampo dello zainetto…

    … Rob…

  6. dipocheparole Says:

    @trac: capisco la muta e compunta comprensione, grazie. :))

    @lemmola: non esageriamo con i sentimenti neh! :)) accontentiamoci del precariato.

    @rob: mi hai fatto esplodere in una risata mentre bevevo il te delle cinque. A momenti allago la tastiera. :-DDDD
    Sì non siamo neanche alla lampo dello zainetto, veramente, e io qui con tutti i chakra sbottonati!!

  7. tracotnt Says:

    com'è andata a finire poi?

  8. dipocheparole Says:

     @tracò: nel nulla, cara tracò. uff.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: