MERDE 2

Si alza un gran vento, pieno di foglie, di polvere e delle prime gocce di pioggia. Armeggio con la tenda per spostarla e chiudere la finestra.
L’uomo esce dalla macchina. Capelli bianchi, abbronzato, occhiali scuri a specchio, magro, una giacca a vento gialla. Questa volta è con un ragazzo. Tutti e due si girano a guardare e il cagnolino non scende. Dai vieni fuori, urla l’uomo. Avanti!! Scendi porco d*o! scendi ti e ta morti di un cane porco di un d*o!!! L’uomo si agita a scatti intorno alla macchina. Si piega veloce verso l’interno e cerca di raggiungere il cagnolino rincanttucciato davanti al posto di guida. Scendi scendi porco d*o!! Il ragazzo si piega a guardare attraverso il finestrino e gli urla: è impigliato, è bloccato, la zampa, dietro. L’uomo si rialza e gira esasperato intorno alla macchina: macché bloccato, porco d*o, scendi scendi, è un ta morti di un cane, non è bloccato!! Vieni fuori porco d*o! No no è bloccato aspetta, gli dice il ragazzo e si avvicina verso la portiera. Armeggia piegato nella macchina e tira fuori il cagnolino, lo mette per terra vicino all’auto. L’uomo si avvicina rabbioso e gli tira un calcio, lui fa un guaito acuto, poi lo afferra con una mano e lo lancia sull’asfalto. Il cagnolino cade malamente, una zampetta piegata sotto il corpo ma si rialza subito, scuote la testa, aspetta fermo immobile. Porco di un d*o ti ho detto di uscire subito! Avanti! L’uomo si avvia infuriato, urlando, a petto in fuori, verso il portone di casa.
Io esplodo: “se la vedo ancora maltrattare quel cane giuro che la denuncio! E’ la seconda volta che la vedo maltrattarlo, la prossima volta giuro che la denuncio per maltrattamenti”, gli urlo dalla finestra. Avessi un fucile gli sparerei. “La prossima volta la denuncio, guardi che la tengo d’occhio!” Sono calmissima ma furente.
Il ragazzo alza la testa e mi guarda incuriosito. Da una finestra del primo piano si affaccia una donna.
L’uomo invece ha un cambiamento che mai mi sarei aspettata: mi guarda appena, abbassa la testa, rallenta il passo arrogante e, cambiando del tutto tono di voce, mi dice: sì, va bene, mi scusi.
Poi si gira verso il cane che lo sta seguendo a testa bassa e lo accarezza: hai visto? eh? hai visto cosa mi fai fare?
Il cagnolino, grato, scodinzola.
Accidenti alla razza dei cani fedeli nonostante tutto, degli uomini bastardi, dei padri picchiatori, delle famiglie violente, al mondo di merda.
Non riesco a trattenermi e gli urlo: “sì, lui gliel’ha fatto fare! ma si vergogni!”
L’uomo entra a testa bassa nel portone del condominio. A me tremano le mani.

Annunci

13 Risposte to “MERDE 2”

  1. lemmaelabel Says:

    Accidenti alla rabbia cieca dei vigliacchi.

  2. anonimo Says:

    Che squallido figuro :-(mi hanno molto toccato questi due episodi, Dipòk…sei stata coraggiosa…speriamo che le violenze finiscano, per quel povero cagnetto…Smirki175

  3. anonimo Says:

    Questo non sta bene.Vedi che spara al cane, alla madre del cane e poi si spara in testa.Abbronzato a Treviso all'inizio di giugno poi…Rob

  4. fuoridaidenti Says:

    diglii che lo tengono d'occhio anche i tuoi lettori

  5. dipocheparole Says:

    che bello siete ancora tutti qui! temevo di avervi perso.:)

    @Lemmola: proprio, i vigliacchi forti con i deboli che abbassano la testa appena trovano qualcuno che li contrasta.@smirki: le ultime notizie dicono che pare che parta e che lasci qui il cagnetto, (che poi ho scoperto che è una cagnetta di solo 7 mesi!) alla vicina di casa, amabile donna amante dei cagnolini.@rob: no, non sta bene. Se si spara in testa sua non so se mi mancherà .p.s.: ( guarda che Treviso non è sulla latitudine di Kirkenes! anche qui a giugno ci abbronziamo!:)))@fuoridaidenti: riferirò.:)) più siamo meglio è.

  6. anonimo Says:

    @->Dipòk: sarebbe un lietissimo fine di una vicenda molto triste, cara Dipòk…tienici aggiornati, ormai quella tenera cagnina l'abbiamo un po' adottata idealmente anche tutti noi :-)Smirki175

  7. anonimo Says:

    Posso..?… Buongiorno. Penso anch'io, che 'sto disgraziato non stia tanto bene. E ce ne sono, di spacca(n)ti così: prima (o con qualcuno) tutti sul gentile-remissivo, e dopo (o con qualcun altro) dei concentrati esplosivi di violenza; ma non ho ancora deciso se mi fanno più paura loro, o quelli aggressivi sempre, con tutto e tutti… Comunque un pat pat affettuoso alla cagnolina anche da parte mia, e speriamo in bene (più che altro che se lui parte, non torni…).

    siu

  8. dipocheparole Says:

    @siu: ciao siu:) in effetti, ripensandoci, non vorrei ritrovarmi con un coltello piantato tra le scapole, tornando a casa una sera. Ma insomma, speriamo di no.

  9. cf05103025 Says:

    Hai fatto molto bene, cara Dipòk!Ma perché questo figlio di un lamellibranco si tien un cane?( con tutto il rispetto pe' i lamellibranchi, dico)Che sia figlio d'un can cativo che ci serba rancore per l'infanzia derelitta!?Mah…Mario

  10. anonimo Says:

    Pum! leggerti è stato come un pugno allo stomaco di primo mattino.Sai cosa? Io la protezione animali la chiamerei comunque. Quello è capace di sfogarsi su quella povera bestia anche perché l'hai rimbrottato…Sei  stata brava a mantenerti calma e hai fatto benissimo, comunque.Per il resto non ho parole…www.radicchiodiparigi.wordpress.com

  11. Lipesquisquit Says:

    "Hai visto cosa mi fai fare?" è bellissimo.

  12. farham Says:

    ci sono novità? è partito? e il cagnino?

  13. dipocheparole Says:

    E' partito sì. E temo pure con il cagnino. La sua macchina è parcheggiata qui sotto da un bel po'.Tutto in sospeso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: