EMICRANIA 2

C’è questo omaccione a torso nudo, nerboruto e peloso, in braghette di cuoio scuro e calzari in pelle, che da ieri pomeriggio se ne sta seduto sul nervo ottico del mio occhio sinistro.
Con un piede preme sul condotto lacrimale, in modo che io abbia l’occhio sempre rosso e lucido, e a volte con una leggera ulteriore pressione del calcagno, provoca la fuoriuscita di una lacrima veloce e impaurita. Con la mano sinistra fa dei cenni allegri a una masnada di suoi accoliti che si sta divertendo a fare le capriole nel mio stomaco, arrampicandosi su per l’esofago e premendo sulla gola fino a causare una continua sensazione di nausea. 
Ma la sua più importante occupazione è di mantenere infuocato e dardeggiante lo spadone che tiene stretto nella mano destra. A questo scopo, lo passa di continuo tra le fiamme del braciere che mi infiamma tutto il lato sinistro della testa, dalla tempia alla mandibola, per poi ficcarlo, quando è rosso incandescente, tra i tessuti molli e indifesi dietro l’occhio, e rigirarlo sogghignando tra sé e sé.
L’omone, nonostante le apparenze, è abile e agilissimo, nello schivare le particelle di paracetamolo, di nomaridopirina, di naproxene, di ibuprofene, con cui nel tempo ho cercato di infastidirlo e convincerlo ad andarsene. Non ci sente, non gli importa nulla.
L’unica soluzione è aspettare pazientemente che si stanchi e decida di sparire.
A poco a poco, si dimenticherà di alimentare il fuoco sotto il braciere, si alzerà stiracchiandosi dal nervo ottico e sbadigliando toglierà il piede dal sacco lacrimale. Lo spadone verrà appoggiato momentaneamente al bulbo ottico, e mentre lui confabula stancamente con la sua ciurma, il calore si disperderà. Infine deciderà di andarsene. Lentamente, trascinando lo spadone, percorrerà i tessuti ancora accesi e congestionati che al suo passaggio si ritrarranno dapprima inorriditi, poi spaventati, poi intimiditi, curiosi, e infine, quando non sarà che un’ombra leggera, indifferenti come se niente fosse successo.

Annunci

9 Risposte to “EMICRANIA 2”

  1. anonimo Says:

    Lo possino aciaccallo quel nerboruto cattivone irsutaccio…speriamo si tolga presto dalle scatole!!!
    Un bacino terapeutico, Dipòk (se m’è concesso l’ardire) e rimettiti presto in forma…
    smirki175

  2. anonimo Says:

    A volte viene a trovare anche a me, quel bastardo. Complimenti per come sei brava e originale nel descriverlo. La prossima volta che arriva, ti pensero’ e mi verra’ un po’ di buonumore.

  3. cf05103025 Says:

    Quel minimo gladiator,
    io nol credea,
    potesse arrecar tanto dolor!
    Orsù attendi paziente
    che la sua furia scemi
    e più non sia nocente,
    ché avrailo tu venenato
    col sopportar presente!

    Mario :7)

  4. anonimo Says:

    MAXALT RPD 10
    rizatriptan liofilizzato orale
    In seguito, non so se fosse proprio costui oppure suo cugino, lo scimmione non si è fatto più vedere in giro.

    Rob

  5. agomast Says:

    E. piu’ o meno, la stessa sensazione che provo io quando bevo male.
    Vino, intendo, e per male non voglio dire in posizione scomoda.
    Ad esempio( ma che ce ne frega, dirai ed io rispondo: come non essere d’accordo?) pochi giorni fa ho acquistato del riesling della Mosella. Vini che possono essere solo di due tipi:o eccelsi o cagate pazzesche.
    Bene, visto il prezzo, non poteva che essere del secondo tipo.
    Esdattamente, al millimetro.
    Non contento ne ho bevuto un secondo bicchierone.
    Il risultato e’ stato che un omone, un uomo(forse una donna, chissa’….) nelle prime ore del giorno ha cominciato a spingere con i piedi, mentre si sorreggeva nella parete della cavita’ oculare, il bulbo oculi, cercando di farlo uscire fuori.
    Ho resistito, ma a che prezzo?
    Ho chiamato il rappresentente( LA rappresentente di tale monnezza…) e gli ho detto, con un fil di voce, che il vino della mosella rappresentato da lei non la rappresentava nemmeno un po’ e che poteva ficcarsi le bottiglie…..
    E’ dura la vita dei speleologi, sa?

  6. lemmaelabel Says:

    Mai un corpo a corpo fu rappresentato in maniera sì plastica!

  7. dipocheparole Says:

    grazie a tutti per la comprensione.:))
    Oggi l’omaccione è un po’ meno in forma ma si aggira ancora dietro l’occhio sinistro..

  8. anonimo Says:

    Ciao Dipok; lemma mi ha mandato i risultati del seggio elettorale (Bersani in testa a via dei Giubbonari) insieme con il link del tuo post sull’emicrania; ci sarà un atroce collegamento? Auguri di guarigione pronta e lesta, monica

  9. dipocheparole Says:

    @Monica: ma no, Monica, sarebbe stata una bi-crania se avesse vinto Franceschini! :)))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: