MURPHY A ME MI FA UN BAFFO

Oggi la legge di Murphy non ha funzionato.
Mi è scivolata una fetta biscottata dal piatto, tutta bella spalmata di burro e marmellata e non è caduta dalla parte della marmellata.
Come si spiega?
E adesso cosa succederà?
Ma la legge non era uguale per tutti?

(P.S.: Devo andare a letto presto, che il cane dei vicini si sveglia presto e comincia ad abbaiare, così mi alzo presto anch’io e lo frego.)

(P.S.: sto rincoglionendo?)

Annunci

13 Risposte to “MURPHY A ME MI FA UN BAFFO”

  1. RobotInLA Says:

    chiaramente, la legge di murphy e’ una legge quantistica che e’ valida solo statisticamente.
    Un po come l’effetto tunnel, dove un elettrone puo attraversare una barriera di potenziale anche se non ha abbastanza energia per farlo.
    quindi puo darsi che la tua fetta di pana abbia violato la legge di murphy cadendo attraverso un vuoto quantistico…

  2. anonimo Says:

    riprova con la nutella, se la cosa si ripete scappa!!!

  3. anonimo Says:

    strategia in alternativa: svegliarsi appena prima del cane dei vicini e accendere sullo stereo una registrazione di latrati di “cane del vicino”, alzando il volume a manetta 🙂
    smirki175

  4. DottorOsterman Says:

    Da qualche parte lessi che era stata svolta una ricerca scientifica seria, su questa storia della fetta di pane.

    E’ stato rilevato che il fatto di cadere dalla parte imburrata, dipenda da molteplici fattori: dallo spessore del toast, dal tipo di pane utilizzato, dalla quantità di burro, dalla velocità con cui si sposta per farla cadere, ecc.

    Ma se ripetuto l’esperimento lasciando tutte le caratteristiche costanti, quello che sembra comunque influire di più è l’altezza media del tavolo (che di solito si aggira sempre intorno ai 70 cm).
    Quando il tavolino è più alto o più basso di questa misura, le statistiche cambiano parecchio.

    Perciò, in pratica, potremmo affermare che visto che le cose che ci circondano (come per l’appunto i tavolini) sono costruiti su misura per un essere umano medio, la statistica ci condanna alla sfiga perenne.
    Ma grazie al cielo la statistica (specialmente sui sistemi complessi) a volte mostra i suoi limiti.

    Sarebbe stato interessante se sotto al tavolo ci fosse stato un tappeto.
    In quel caso (recita la legge) sembra che le probabilità di cadere dalla parte imburrata, siano direttamente proporzionali alla preziosità dello stesso.

    P.S.: Non ti preoccupare. Come vedi il rincoglionimento regna!
    ;D

  5. anonimo Says:

    Sono sicuro che esiste una direttiva della Comunità Europea alla quale avrà lavorato un’equipe di esperti per mesi e mesi, che definisce nel dettaglio quando e come si può far riferimento alla Legge di Murphy nei vari casi che possono accadere. Vedi un po’ se nella Gazzetta EU c’è qualche riferimento alle fette biscottate con burro e marmellata.
    L’Europa barcolla insieme a noi!
    (marino prossimo alle elezioni…)

  6. cf05103025 Says:

    Qualcuno, forse,
    sta per rovesciarsi ‘na frittata addosso,
    la frittata l’ha già fatta,
    ma adesso è da scodellare
    e se va bene,
    se se n’imbratterà del tutto,
    io son contento,
    sarà ‘n premio di consolazione,
    però c’ha i collaborafrittantisti che l’aiutano, porcamiseria!!!

    Mario:-(

  7. dipocheparole Says:

    @robottInLa: ciao robottino. (quel LA sta per Los Angeles?). guarderò in corridoio se c’è il vuoto quantistico. La fetta è caduta lì.

    @em pi: oddioddioddio sarebbe terribile:))

    @smirki: e io dove vado nel frattempo?

    @doc: no, essa scivolò dal piatto che tenevo in mano, (120 cm?), quindi qui è tutto da ricalcolare!:))

    @marino: la colpa è sempre dell’Europa.

  8. anonimo Says:

    all’etto presto, all’una?! bè, bè.

  9. dipocheparole Says:

    tutto è rellativo caro anonimus.

  10. Aluya Says:

    Per la fetta biscottata: perchè bisogna cercare una legge a tutti i costi? Una semplice questione di culo è troppo banale?
    Per il cane dei vicini, quoto smirhi175.
    Sul fatto che ti stia rincoglionendo… Un po’ di selenio? 😉 Un abbraccio.
    A.

  11. anonimo Says:

    la lettura dei commenti è ristabilita…
    (marino preoccupato di rimanere senza parole)

  12. dipocheparole Says:

    @Aluya: si vero, c’ho qulo.:)

    @marino: calmo che ti si infuoca l’helicobapter…:)))

  13. Lipesquisquit Says:

    La legge di Murphy non può non funzionare, è valida sempre e comunque.
    Piuttosto, ci deve essere una ragione se la fetta di pane è caduta dall’altra parte, evidentemente Murphy aveva bisogno di mettere in moto una reazione a catena che porterà ad una catastrofe mondiale, tipo olocausto nucleare, tutto causato dal butterfly effect della tua fetta caduta nel modo APPARENTEMENTE innocuo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: