IO CHE NON SONO L’IMPERATORE

statua vivente

Quanta paura che ti fece a scuola
tra le lezioni da imparare a memoria
la storia di un’imperatore
era per tutti un gran terrore
allora tu dicesti:
Meno male che adesso non c’è Nerone

Lui comandava sopra il mondo intero,
teneva tutti sotto la sua mano
la storia dice forse è verità
che alla fine incendiò la città…

Meno male che adesso non c’è Nerone

Ed alle feste che organizzava
c’era il bel mondo ed anche lui suonava
gli altri all’aperto senza protestare
se no aumentava le tasse da pagare

Meno male che adesso non c’è Nerone

Però in fondo ci sapeva fare
e per distrarli dalle cose serie
ogni domenica li mandava in ferie
tutti allo stadio a farli divertire

Meno male Meno Male

Che Adesso Non C’è Nerone

Annunci

16 Risposte to “IO CHE NON SONO L’IMPERATORE”

  1. alog Says:

    ecco un bel soggetto da interpretare, per la prossima statua vivente: vigile intento a scrivere una multa.

  2. anonimo Says:

    Che tristezza…il fatto, dico, non la poesia che è bellissima 🙂
    Buona Pasqua, Dipòk 🙂

  3. dipocheparole Says:

    @alog: vero. Ma più che soldini gli darebbero botte.

    @smirki: non è una poesia!!!! è una canzone di Edoardo Bennato!!!! ma forse non eri ancora nato tu..:))
    Buona Pasqua:)

  4. lemmaelabel Says:

    In effetti mi sembra che non c’é….
    Non mi pare di aver visto ancora alcuno indossare quel copricapo lì. Altri, ne ho visti: berretti con visiera, caschi, addirittura fazzoletti legati in fronte…insomma,

    di tutto un po’
    ma quello
    ancora nò
    o mia cara
    diparolepo’!

  5. anonimo Says:

    uuupsss, che gaffesse 🙂 non la conoscevo…beh, s’impara sempre qualcosa ogni giorno 🙂 però mi pare che fossi già nato, ma non ne sono sicuro 🙂

  6. Aluya Says:

    Già, meno male. T’immagini ne avessimo uno ancora in giro???
    A.

  7. cf05103025 Says:

    Adeso g’avemo, però,
    Galba Otone e l’Vitelio,
    tuti insieme,
    speriamo che li getiamo presto
    ni n’un Vespasiano….
    fra un po’,
    magari

    MarioB-))

  8. alog Says:

    maddai che a milano son civili, hanno il senso dell’umorismo. e poi ce lo vedi il vigile urbano che rifà la multa alla statua che fa la multa

  9. dipocheparole Says:

    ho il sospetto che qualcuno non abbia cliccato sul link bluette onde capire la real natura del post…

  10. dipocheparole Says:

    un vigile che fa la multa a una statua che fa il vigile che fa la multa a una statua che fa il vigile che fa la multa a una statua che fa il vigile che fa la multa
    ma dove andremo a finire?
    :)))

  11. Aluya Says:

    Tipo effetto Larsen…
    Un sorriso.
    A.

  12. cf05103025 Says:

    no linkato,
    per via che il mezzo si ferma, già

  13. anonimo Says:

    Anche questa sembra scritta oggi e invece è del 1973 (e l’originale da cui è tratta è della fine degli anni ’60):

    E se credete ora
    che tutto sia come prima
    perché avete votato ancora
    la sicurezza, la disciplina,
    convinti di allontanare
    la paura di cambiare
    verremo ancora alle vostre porte
    e grideremo ancora più forte
    per quanto voi vi crediate assolti
    siete per sempre coinvolti.

    (Marino che dalla storia vorrebbe imparare)

  14. aitan Says:

    Detto tra noi, sono solo un brigante, non un re,
    sono uno che vende sogni alla gente,
    fa promesse che mai potrà… mantenere.
    Favole sì, ne ho contate ma tante, tante sai.
    Detto tra noi, io non sono un gigante,
    draghi non ne ho ammazzati mai…

    Ho un progetto in mente,
    un parco in ogni città.
    Quanto spazio verde,
    la vita per voi cambierà…

    … e costruirò ponti e larghe autostrade, a dieci e più corsie
    senza code a caselli, pedaggi e altre diavolerie.
    … e tutta la gente che è costretta ad emigrare, a casa tornerà,
    ma già scuotete la testa, più non mi credete ormai…

    EAA ma come andiamo forte
    eaa ormai nessuno ci può fermar

    EAA giù per la discesa
    eaa ormai nessuno ci può fermar

    EAA dritti verso il burrone
    eaa ormai nessuno ci può fermar

    [stesso autore,
    altri canti,
    medesimi tempi]

  15. dipocheparole Says:

    @aluya: effetto Larsen! finalmente guardando su wikipedia ho capito come si chiama quel fischio lì!:))

    @mario: ma stai ancora tra i monti?:)

    @marinochedallastoriavorrebbeimparare: eh.. caromio,,,:-(

    @aitan: ciao:)) . In effetti Bennato a rileggerlo anche ora non era male. Me le ricordo ancora a memoria queste canzoni.

  16. retorico Says:

    Gradirei una precisazione:
    quale sarebbe il testo di fine anni Sessanta sul quale si é basato De André nella Canzone del maggio?

    (a quanto ne so io si tratta al massimo di una rivitazione della base musicale)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: