BLOG

Ma come fanno quelli che scrivono tutti i giorni nel loro proprio blog? Ho aperto da un mese e già gli intervalli tra una prestazione e l’altra mi provocano un sottile malessere. Esiste un latente consumismo del blog che ti chiama ad eseguire il tuo dovere, ma io mica c’ho voglia tutti i giorni di mettermi lì e aggiornare. Eppure mi girano per la testa un sacco di cose da dire, ma prima di mettermi lì a scrivere, di solito mentre lavo i piatti o eseguo altre attività di puro esercizio motorio con il pilota automatico tipo struccarmi, tagliare le carote, pulire il lavandino, penso a cosa sarebbe meglio scrivere e se ne vale la pena.
Insomma, tenere un blog, anche se lo leggono in dieci, è un atto di responsabilità, e una mica può parlare di qualunque cosa in qualunque momento. E poi non ho ancora deciso che taglio dare all’opera. Ci metto dentro i fatti miei o i fatti di tutti, o i fatti miei e di tutti.
Dagli ultimi pezzi sembro costantemente indignata, il che in un certo senso è pure vero, il mio tema natale dice che Saturno è in una posizione che talvolta mi fa precipitare in una sorta di serietà troppo seria, ma sono anche in grado di dire somme cretinerie, come questa di Saturno, insomma. Ma le cretinerie mi vergogno a metterle in bella vista qui, di solito richiedono una situazione del tipo viaggio lungo in macchina o dopo cena leggermente alcolico in collina con amici. E la vaghezza, la nebulosità e l’abbandono al lato nettuniano con cui mi rifaccio di Saturno, non sono documentabili su post.

E poi, continuo con l’anonimato o faccio outing. Mi studio il manuale sull’HTML e mi faccio un bel template pieno di links e foto o lascio questa pagina bianca come un foglio di carta. Scrivo di me o scrivo di altri. Giro per gli altri blog a fare marketing, lasciando il mio nome qua e là con fare di nulla o aspetto che il caso faccia la sua parte.
Insomma non è mica facile eh.

Annunci

8 Risposte to “BLOG”

  1. retorico Says:

    Le tue domande hanno una valenza straordinaria: richiamano problemi annosi del genere umano, sondano coscienze, mettono in risalto le nostre piccolezze e fanno persino il caffé.

  2. dipocheparole Says:

    e com’era il caffé?
    (ti odio),)

  3. elizabeth_siddal Says:

    Inutile che faccia lo spiritoso, quello lì che di blog ne chiuse ben uno!

    Io?
    Io, vediamo… uno, due… tre… (no, quello non conta)… quattro… cinque…
    Poi due su Libero. Uno dei due – quello mono-tema – il Ret disse che era il mio massimo e rilleggendolo mi sa che aveva ragione, al solito. (Quanto lo odio quando ha sempre ragione…)

    Bah, io dopo un po’ mi annoio di me e quindi immagino che gli altri si annoino peggio.
    Però ad una tua domanda voglio rispondere: non azzardarti a fare del tuo blog un blog di strepitoso successo! Quelli sono tutti orrendi. Oltre le 30 risposte per post (a voler largheggiare) diventano un pantano di stupidaggini e la ripetitività delle risposte e i complimenti sperticati ah che brava dio che meraviglia che cosa fantastica sei un mito sei un genio… appannano il post più bello.

    Un “moderato successo” è il massimo del successo.
    E non andare a zonzo a promuoverti lasciando commenti del piffero, giusto per aver ricambiata la cortesia. Ti diventa un lavoro. E allora grazie per essere passato, adesso passo io, poi ripassi tu? Ah ok, grazie, bravissimo eh? No, brava tu, ma chi io??? No no, tu. No, tu… io figurarsi…

    Dato che scrivi benissimo e che te lo dica io non ti basta (e hai pure ragione), tu scrivi e fregatene. Non come facevo io, ricordi?
    Fai esattamente come dicevi a me che avrei dovuto fare e sei a posto…

    😀

    Io dopo un annetto mi sono sbriciolata. Gnaafacevo, ma tu sei meglio.

    Bacio e domani ti chiamo che ho una gnusvsssz…

    😉

  4. dipocheparole Says:

    azz! hai ragione! devo puntare in alto! mai pensato di fare un blog di strepitoso successo!! ;))))

  5. elizabeth_siddal Says:

    Come, il tuo non lo è?

    :-DDDDDD

  6. elizabeth_siddal Says:

    Ah, dimenticavo: ricordati che se vuoi che il blog si animi, di tanto in tanto devo metterci la foto di un sedere.
    Ti passo tutti i miei sederi su cd con gli accessi che ottennero. Giusto perchè sei tu. Ad un’altra, col cavolo…

  7. agomast Says:

    Adesso ci sono!!!
    Ciao, E.
    A dimostrazione che nulla mi e’ piu’ congeniale che non chiedermi mai chi cacchio c’e dietro un nick.
    Ora mi tocca rileggere tutto.

  8. dipocheparole Says:

    ago, bauuuuu setteteeeeeeeee!
    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: