VIAGGIATORI

EVANDRO

Evandro ha 40 anni ma ne dimostra 50.
Cappotto stretto e pesante. Guardandolo mi viene in mente l’espressione "male in arnese". Espressione un po’ fuori moda come il suo aspetto. Capelli grigi, viso segnato e occhi azzurri vivissimi. Le mani screpolate e un po’ impacciate di chi lavora pesante, nel prendere tra le dita il foglio con la prenotazione del volo che gli porgo.
Evandro parla solo brasiliano e veneto. Io ho fatto un corso di portoghese quindici anni fa, ma era tutta letteratura. Ci metto un po’ anche a capire che è brasiliano. Parla quel misto di veneto, italiano e mimica che è tipico di chi arriva qui a lavorare e impara solo il dialetto. Cerca il prezzo più basso per andare a Miami. Ha due passaporti: uno italiano perché è un emigrato di ritorno, e uno brasiliano perché è nato là. Ma due passaporti non gli bastano per entrare negli Stati Uniti, dove un cugino forse aveva un lavoro da offrirgli. Dovrebbe fare il visto perché ha il passaporto nuovo nuovo, appena ritirato dalla Questura, ma non c’è sopra la fotografia digitale. In Questura non c’è ancora la macchina per fare i nuovi passaporti . Cerco di spiegargli che da un mese, senza foto digitale anche i turisti italiani non possono entrare negli Stati Uniti senza visto, e che per averlo deve andare a fare un colloquio all’Ambasciata a Firenze. A Firenze? Sì, Firenze, vicino a Roma. Mi guarda. Che non abbia mai sentito parlare di Firenze? Che gli dico? Mi viene in mente la cupola del Brunelleschi. Giotto. L’Arno. No, non è il caso. E poi che garanzie bancarie potrebbe presentare Evandro? E le tre ultime buste paga? E la foto 50 x 50 fondo bianco con le orecchie in vista? E il certificato di residenza?
Evandro rinuncia a Miami. Invece compra un biglietto per Lisbona. Parte domani.
Non gli aggiungo le spese di prenotazione.

VALENTINA E CARLOTTA

Valentina e Carlotta hanno gli occhi di chi ha venti anni e deve ancora cominciare. Occhi brillanti, fiduciosi, attenti. Poi, più cose vedono, più di solito gli occhi si ritraggono, rimangono un po’ in disparte.
Valentina e Carlotta prenotano un volo per Pechino. Vanno in Cina per tre mesi con l’università. Non ne vedono l’ora. Entusiaste, serie, un po’ impaurite.
Sono belle, allegre, vivaci, un turbine di sciarpe colorate, cellulari trillanti, fili di auricolari, cartelline piene di fogli, zainetti pieni di libri, ipod, palmari, agende.
Teste piene di parole, suoni, colori, fiducia, futuro.

IL SIGNORE COL CAPPELLO

Il signore col cappello mi dice che dovremmo vergognarci a vendere un viaggio in pullman che parte dal casello di Mestre. E lui come ci arriva al casello di Mestre? E dove lascia la macchina? Gli spiego per la terza volta che si tratta di un pullman che parte da Bologna e si ferma lungo la strada a raccogliere i partecipanti.
E vorrei aggiungere: brutto cazzone, per 270 euro ti fai tre notti a Budapest, con viaggio, mezza pensione e albergo 4 stelle, e vuoi pure che ti accompagni al casello col Porsche? Esce dicendo che dovremmo vergognarci e che così non faremo tanta strada.
E se non ci fosse la porta che si chiude da sé, la sbatterebbe pure.

HAMA

Hama Seck è senegalese. Si è fatto un’ora di corriera da Jesolo perché un parente gli ha detto che qui si trovano prezzi buoni per Dakar. E’ da un’ora fuori che aspetta l’apertura al freddo.
Un senegalese lasciato per un’ora a 2 gradi è un delitto contro l’umanità. Già così mi sento in dovere di trovargli il prezzo migliore. Il marketing mi è contrario e le leggi del business non mi sorridono.
Hama è marrone scuro, allegro come un senegalese e urla come se mi parlasse dall’altra parte della strada. Gli trovo un volo per il due gennaio. È tutto contento perché riesce ad arrivare in tempo per non so quale festa senegalese.
Come Natale vostro, dice.

Pausa pranzo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: